Politica della qualità

 

L’Istituto Figlie di San Camillo vuole porsi come punto di riferimento, nel panorama sanitario nazionale, nel campo della diagnosi, cura ed assistenza ospedaliera e nel campo della formazione e addestramento del personale sanitario. L’Istituto intende, nell’ambito delle proprie competenze istituzionali e in base alla propria autonomia amministrativa, patrimoniale, gestionale e tecnica, contribuire al miglioramento dello stato di salute della popolazione.

I principi su cui l’Istituto Figlie di San Camillo fonda il proprio operato sono i seguenti:

 

accoglienza: facilitazione nell’accesso ai servizi della Casa di Cura mediante corrette informazioni, spirito di ospitalità e calore umano.

rispetto dei principi etico morali dell’Istituto Religioso Figlie di San Camillo, con particolare tutela del diritto alla vita con esclusione di tutte quelle

attività che contrastano con i valori ed i principi della dottrina Cristiana;

eguaglianza: nell’erogazione dei servizi ai cittadini secondo regole comuni per tutti a prescindere dal sesso, razza, lingua, religione, opinioni

politiche;

imparzialità: nell’erogazione del servizio verso tutti i cittadini che si rivolgono al nostro Istituto;

continuità e regolarità: nell’erogazione dei servizi nel rispetto delle norme di organizzazione della struttura;

efficienza – efficacia: il servizio deve essere erogato in modo da garantire un ottimale rapporto tra risorse impiegate, attività svolte e risultati

ottenuti;

partecipazione: al cittadino è garantita la partecipazione alla prestazione del servizio attraverso una corretta informazione, la possibilità di

esprimere il proprio giudizio con questionari di gradimento, di formulare suggerimenti e di inoltrare reclami.

 

Questi principi fondamentali sono garantiti agli utenti della Casa di Cura  San Camillo che, anche attraverso la Carta dei Servizi delle singole strutture sanitarie, intende riconfermare il suo impegno per :

 

 fornire informazioni corrette e chiare su tutto ciò che concerne i servizi, con particolare attenzione alla segnaletica e ad ogni forma di

 comunicazione sia verbale che scritta;

 rispettare la dignità della persona, instaurando un rapporto tale da limitare i disagi, mettendola in condizione di esprimere i suoi bisogni ed

 offrendo la massima riservatezza;

 garantire il diritto all’uguaglianza, rimuovendo ogni possibile causa di discriminazione e promuovendo trattamenti che tengano conto delle

 specificità derivanti dall’età, dal sesso, dalla nazionalità, dalla cultura e dalla religione;

 curare ed assistere nel rispetto, per quanto possibile, delle abitudini di vita delle persone, facilitando il contatto con i familiari, gli amici e i

 conoscenti;

 favorire le condizioni affinché le persone siano in grado di decidere in modo consapevole in merito alla propria salute ed alla propria vita,

 informando, durante il trattamento sanitario, in modo comprensibile, chiaro e completo;

 promuovere tutte le azioni orientate alla umanizzazione del rapporto cittadino - malato e Casa di Cura , facendo sì che il malato sia sempre al

 centro delle attenzioni dei sanitari e del personale non medico, garantendo un’assistenza personalizzata e globale;

 collaborare con i cittadini per la piena attuazione dell’articolo 14 del d.lgs. 502/92 e successive modificazioni, attraverso la predisposizione di

 verifiche periodiche della qualità fondate su programmi di monitoraggio, per rimuovere i disservizi che incidono sulla qualità dell'assistenza;

 favorire la collaborazione con organismi di volontariato e di tutela dei diritti concordando programmi comuni per favorire l'adeguamento delle

 strutture e delle prestazioni sanitarie alle esigenze dei cittadini.

 

La Casa di Cura  San Camillo si impegna a promuovere tutte le iniziative affinché gli obiettivi sopra menzionati possano trovare una concreta realizzazione attraverso progetti di qualità, gruppi di miglioramento, momenti di aggiornamento e formazione, coinvolgendo tutti gli operatori in questo processo innovativo.